fieno greco

Fieno Greco

Fieno Greco, molte persone sono all’oscuro di questa spezia che ha aiutato molte persone nell’antichità.Gli orientali sono convinte che sia una delle spezie della medicina popolare che verrà usata molto in futuro.Molti lo conosceranno come “leggendario afrodisiaco”.Fama che si porta dietro dai tempi antichi.Ma scopriamo cos’è e come può essere utile alla nostra vita.

chi mangia bene non ha mai fame

Fieno Greco, un pò di Storia

Il Fieno greco è molto diffuso in Oriente.Molto conosciuto come afrodisiaco.Utile come rimedio per far crescere la barba degli uomini e per irrobustire il seno delle donne.

E’ sempre stato usato per aumentare la libido nelle persone, grazie la suo alto contenuto di ormoni.

E’ anche molto importante nella gestione dei malesseri femminili.

Viene usato per diminuire i dolori durante il ciclo mestruale.Allevia i dolori del parto e stimola la produzione di latte materno.

E’ stato usato in passato per combattere l’asma, problemi di digestione, la stipsi.

La medicina ayurvedica lo ha sempre impiegato per controllare i livelli di glicemia nel sangue.

Fieno Greco e lo Zucchero

L’alimentazione moderna è presa d’assalto da zuccheri e carboidrati.Qualsiasi cibo confezionato o venduto nelle strade presenta alti livelli di zuccheri.

Tutto ciò per vendere e rendere “schiavi” i clienti.

I danni sono evidenti.Le persone hanno iniziato a rendersene conto.Le grandi aziende alimentari si stanno spostando verso alimenti meno raffinati e con meno zuccheri.

Per aiutare ad eliminare questo alimento, ogni giorno esce una nuova dieta.

La dieta Keto è quella attuale.Un regime alimentare in cui non si supera il 20% di contenuto di zuccheri nell’alimentazione.

Le televisioni non fanno altro che parlare di ridurre gli zuccheri.

L’ultimo convegno sulla cardiologia, che si è tenuto in Spagna ha decretato i danni che derivano dallo zucchero per le malattie cardiovascolari.Ribaltando la credenza che fossero i grassi a causarli.

In tutto questo abbiamo a disposizione una delle tante sostanze che la natura ci mette a disposizione, il fieno greco.

Questa incredibile spezia è in grado di regolare giorno per giorno i livelli di glucosio nel sangue.Ridurre l’emoglobina glicosilata. Incrementare la produzione di enzimi che contribuiscono alla regolazione del glucosio.

Così facendo si tengono bassi i livelli di colesterolo e trigliceridi.

Una ricerca dell’università della Louisiana, ha stabilito che il pane fatto con farina di grano e semi polverizzati di fieno greco, somministrato ad alcune persone, 2 volte al giorno, ha ridotto notevolmente l’insulino resistenza.

Fieno Greco, effetti benefici

Il fieno greco è un rimedio naturale polivalente, infatti esercita effetti benefici che vanno oltre l’effetto positivo riscontrato nel diabete.

Vediamo quali sono questi effetti benefici:

  • Perdita di peso, le fibre di fieno greco sono nutrienti e tolgono il senso di fame.L’utilizzo di queste fibre permette di consumare meno grassi e meno calorie, favorendo la perdita di peso.
  • Ipercolesterolemia, aiuta a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue sia totale che LDL.Aiuta i soggetti che soffrono di diabete di tipo 2
  • Calcoli renali, sono composti da ossalato di calcio.E’ stato riscontrato che le fibre di fieno greco riducono la deposizione di questo elemento nei reni.
  • Cataratta, uno studio indiano ha dimostrato che il fieno greco è in grado di prevenire totalmente lo sviluppo della cataratta.Un potente antiossidante per gli occhi
  • Infezioni, il fieno greco è in grado di aumentare  l’attività dei macrofagi.I globuli bianchi, che si occupano di fagocitare batteri e virus
  • Steatosi epatica, accumulo di lipidi nel fegato.Può essere causata dall’abuso di alcool, l’anticamera della cirrosi epatica.Il fieno greco è in grado di aiutare il fegato ad invertire lo svilupparsi di questa malattia.

Fieno Greco, Considerazioni

Come abbiamo visto il fieno greco può essere integrato nella dieta quotidiana, visti i suoi effetti benefici per l’organismo umano.

Non bisogna mai consumare  i semi di questa spezia crudi, è praticamente impossibile, sono duri come pietre.

Ma una volta cotti sarnno commestibili e saporiti come le noci e lo sciroppo d’acero.

Per cuocerli è necessari tostarli semplicemente in una padellina a fuoco lento.Si raccomanda di fare attenzione a non tostarli troppo.Ciò donerebbe un sapore amaro e sgradevole.

Si possono usare per fare una maionese differente.Metterli nella panatura dei fritti. Aggiungerli direttamente nelle insalate o nei biscotti.

Insomma il limite, come al solito è la  fantasia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.